Da marzo 2022, viene erogato l’Assegno Unico Universale per i figli, un aiuto economico per chi ha figli di età inferiore ai ventuno anni di età.

Il sussidio ha un valore che va da 175 € a 50 € al mese per ciascun figlio minorenne; e da 85 € a 25 €, per i ragazzi tra i 18 e i 21 anni.

Per aiutarti a capire meglio la nuova normativa abbiamo realizzato questa mini guida, semplice e veloce, sull’assegno unico 2022 per cui puoi già fare domanda.

Cos’è l’Assegno Unico Universale

L’assegno unico e universale viene erogato dallo Stato alle famiglie con figli a carico sulla base dell’ISEE e dell’età dei figli.

Viene chiamato:

  • unico, perché unisce e sostituisce tutte le misure a sostegno dei nuclei familiari con prole;
  • universale, perché può essere richiesto da tutte le famiglie con figli a carico residenti e domiciliate in Italia.

A chi spetta

L’AUU spetta a tutti i nuclei familiari, a prescindere dalla condizione lavorativa dei genitori e senza limiti di reddito. In particolare spetta alle famiglie:

  • per ogni figlio minorenne a carico e per i nuovi nati a decorrere dal settimo mese di gravidanza, presentando la domanda dopo la nascita;
  • per ciascun figlio maggiorenne a carico fino al compimento dei 21 anni, per tutti i ragazzi che frequentano un corso di formazione scolastica o professionale, licei, istituti tecnici, istituti professional, percorsi di Formazione Professionale Regionale, percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS), Istituti Tecnici Superiori (ITS) e corso di laurea riconosciuti dall’ordinamento;
  • per ciascun figlio maggiorenne che svolga un tirocinio oppure un’attività lavorativa e possieda un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro annui, sia registrato come disoccupato e in cerca di un lavoro, svolga il servizio civile universale;
  • per ogni figlio con disabilità a carico, per cui non sono previsti limiti di età.

L’importo del bonus

L’importo del sostegno erogato è variabile e viene determinato sia dall’ISEE del nucleo familiare richiedente che dall’età dei figli a carico.

Per i figli minorenni, parliamo di un massimo di 175 € per ISEE pari o inferiore a 15.000 euro fino a un minimo di 50 € al mese, per livelli di ISEE superiori a 40.000 € annui.

Per i figli maggiorenni, fino a 21 anni, l’importo pieno di 85 € spetta a chi ha un ISEE pari o inferiore a 15.000 euro; mentre, per livelli di ISEE superiori, si riduce gradualmente fino a raggiungere i 25 € per ISEE pari a 40.000 €.

Vuoi avere maggiori informazioni o fare chiarezza? Prenota subito la tua prima consulenza gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *